17
Apr
2013

5 songs... 1 Topic: Nations!

5 songs... 1 Topic: Nations!
Silvio Barbieri

In viaggio per stati e nazioni di tutto il mondo, attraverso le note di cinque canzoni...

Girovagando per nazioni e stati incontriamo per primo il brano "Back in the U.S.S.R." (http://youtu.be/kHD5nd3QLTg) di John Lennon e Paul McCartney del 1968, inizialmente apparso come traccia d'apertura dell'album The Beatles, altrimenti noto come White Album (1968). Uscito successivamente come lato B di un singolo a fine 1968, fu ristampato come lato A nel 1976 per la EMI / Parlophone. Il brano fu registrato durante le sedute per l'album The Beatles il 22 e 23 agosto 1968 negli studi londinesi della EMI ad Abbey Road. Alla registrazione erano presenti tre dei quattro membri del gruppo: Ringo Starr, infatti, dopo un litigio occorso durante la prima sessione di prove, aveva lasciato il lavoro e si era preso un periodo di vacanza, trascorso in Sardegna. La parte di batteria fu, quindi, principalmente curata da Paul McCartney, che nel brano suona anche il pianoforte oltre, ovviamente, al basso elettrico. Le chitarre sono, invece, di George Harrison e John Lennon, il quale fornisce nel brano anche il rinforzo vocale. Come dichiarò Paul McCartney nel 1984 a Playboy, il brano fu concepito al contempo come parodia e tributo al rock and roll del Chuck Berry di Back in the U.S.A.e al surf rock dei Beach Boys di California Girls («Mi piaceva l'idea di parlare delle ragazze georgiane e di trattare luoghi quali l'Ucraina come se fossero la California»). Infine, il titolo del brano conteneva anche una connotazione satirica rivolta al governo britannico: nei primi mesi del 1968 fu organizzata una campagna, di breve durata, dal titolo I'm backing Britain (Io sostengo la Gran Bretagna), a opera dell'allora primo ministro Harold Wilson, tesa a promuovere e a sostenere il commercio interno e la produzione del Regno Unito;

"Born in the USA" (http://youtu.be/EPhWR4d3FJQ) è una canzone di Bruce Springsteen tratta dall'omonimo album e pubblicata come singolo nell'ottobre del 1984. È senza dubbio uno dei brani più famosi che il cantautore americano abbia realizzato. Esso è stato inserito nella posizione numero 275 nella lista delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone. Inizialmente scritta nel 1981 per un film che Paul Schrader aveva intenzione di realizzare. Born in the U.S.A. andò talmente bene che Springsteen decise di usarla per il suo album. Nel marzo 1982, Springsteen riprese la canzone con una struttura musicale diversa. La versione che registrò in seguito con tutta la E Street Band fu quella che due anni dopo, nel 1984, appare sull'album Born in the U.S.A.. Alla fine dello stesso anno, il singolo di Born in the U.S.A. ebbe un enorme successo, raggiungendo il nono posto nella Billboard Hot 100 e il quinto posto nel Regno Unito. La canzone tratta degli effetti della Guerra del Vietnam sugli americani, sebbene sia spesso interpretato come un tema patriottico, fraintendendo così il significato. Il presidente repubblicano Ronald Reagan volle utilizzare la canzone per la sua campagna elettorale, ma Springsteen rifiutò. È in parte un tributo agli amici di Springsteen che combatterono nella guerra, alcuni dei quali non tornarono. In generale la canzone parla delle sue umili origini, di come venga mandato in guerra e del suo ritorno in patria.

USA for Africa

"We are the world"(Usa for Africa - http://youtu.be/OoDY8ce_3zk) è un brano musicale del 1985, scritto da Michael Jackson e Lionel Richie; fu prodotto da Quincy Jones e inciso a scopo benefico da USA for Africa, un supergruppo di celebrità della musica pop. I proventi raccolti con We Are the World furono devoluti alla popolazione dell'Etiopia, afflitta in quel periodo da una disastrosa carestia. Gli USA for Africa chiusero, con il brano We Are the World, il Live Aid. L'idea di un brano musicale per raccogliere fondi per l'Etiopia fu originariamente di Harry Belafonte. Il suo manager Ken Kragen suggerì di coinvolgere altri artisti, sul modello del progetto Band Aid, che nel 1984 aveva realizzato un altro brano a scopo benefico contro la fame in Africa, Do They Know It's Christmas?. Il brano, scritto e composto da Michael Jackson e Lionel Richie, fu inciso il 28 gennaio 1985 a Hollywood, la stessa notte degli American Music Award. Parteciparono 45 musicisti, incluso lo stesso Bob Geldof, ideatore del progetto Live Aid. Ventuno cantanti si alternarono alla voce solista; fra gli altri, Lionel Richie, Michael Jackson, Stevie Wonder, Diana Ross, Ray Charles, Tina Turner, Cindy Lauper, Billy Joel, Bob Dylan, Bruce Springsteen e Dionne Warwick. La Columbia Records si accollò per intero le spese di produzione e di distribuzione. We Are the World fu pubblicato il 7 marzo, in 800.000 copie, che andarono subito esaurite. Il 5 aprile (Venerdì Santo) fu rilevato un momento in cui più di 5.000 stazioni radio stavano trasmettendo il brano contemporaneamente. Il brano vinse il Grammy Award come "canzone dell'anno", come "disco dell'anno", e come "miglior performance di un duo o gruppo vocale pop". In tutto ne furono vendute 7,5 milioni di copie solo negli Stati Uniti. Fu in seguito incluso nell'album USA for Africa: We Are the World, che vendette 3 milioni di copie. Complessivamente, il progetto We Are the World riuscì a raccogliere circa 50 milioni di dollari.

"Don’t cry for me Argentina"(Il Divo -http://youtu.be/TRp1NAOafcs) è un brano musicale composto nel 1975 da Andrew Lloyd Webber su testi di Tim Rice per il musical Evita. È il brano più noto dello spettacolo, ed una delle più famose canzoni dell'autore. Originariamente intitolato It’s Only Your Lover Returning, prima che Rice scegliesse il titolo definitivo, Don't Cry for Me Argentina viene intonato dalla protagonista nel secondo atto, quando Evita parla alla folla dal balcone della Casa Rosada.

"Il cielo d’Irlanda" (http://youtu.be/22-smdtFnWg) è un singolo di Fiorella Mannoia del 1992, estratto dall'album I treni a vapore. Il singolo viene messo in commercio anche in Olanda in duplice versione: nella versione mix 12" (maxi cd single) e in quella di cd singolo. Entrambe le versioni sono state pubblicate nel 1992 con distribuzione Sony Music Entertainment e con etichetta Epic Records. Il cielo d'Irlanda è stato composto da Massimo Bubola.



 Ultime dai Forum

  • Offro aiuto per fare tesine ...

    Citazione: Mandami un email


    michelesisto1@alice.it ...

  • Preparati ai test! ...
    Ciao a tutti!

    Dovete sostenere un concorso di ammissione, una prova di verifica delle conoscenze di bas
    ...
  • Progetto Start@UniTO ...
    Non lasciatevi sfuggire l'opportunità di iniziare l'università col piede giusto... start@unito!
    [url]ht
    ...
  • VACANZE CROAZIA A PREZZI SPECIALI! ...
    CROAZIA VACANZE l`isola dei pini,un paradiso verde affacciato sul mare affittasi appartamenti l’isola dei vostri sogni B ...
  • VACANZE NELL' ISOLA PIU' BELLA DEL ...
    CROAZIA VACANZE l`isola dei pini,un paradiso verde affacciato sul mare affittasi appartamenti l’isola dei vostri sogni B ...
  • Tesina maturità nautico su Gu ...
    Salve ragazzi, a poco ho gli esami di maturità e ancora non so effettivamente di cosa parlare, vorrei partire dal ...

 Ultime tesine e appunti caricati

Seguici su:
Seguici su FacebookSeguici su Twitter

 

© Tesine.net è una testata giornalistica online registrata al Tribunale di Ferrara con autorizzazione n. 4/11 del 10 maggio 2011 - Partita IVA: 04304390372

Powered by Pigreco ver. 4.226